(troppo vecchio per rispondere)
Certificazione di non pregiudizio Statico.
Napoli Maurizio
2005-11-09 16:38:59 UTC
Cari colleghi vi sottopongo la seguente fattispecie:
in data 1985 fu realizzato un piccolo soppalco di circa mq.15 corrispondente
alla superficie del locale stesso su cui è stato costruito, realizzato con
travi IPE incassate lungo le pareti.
Il locale, oggi oggetto di art.13 per lo stesso soppalco, risiede al piano
terreno di una Chiesa risalente al 1800 la struttura portante in muratura è
costituita con setti di spessore variabile fra cm 130-75.
Mi è stato richiesto un certificato di idoneità sismica dall'ufficio tecnico
comunale.
In questi casi non è sufficiente la certificazione di non pregiudizio
statico vista l'entita dell'abuso?
se si! quale è la normativa a cui fare riferimento in questi casi.
GRAZIE!
Sogno o son desto?
2005-11-09 18:49:54 UTC
On Wed, 09 Nov 2005 16:38:59 GMT, "Napoli Maurizio"
Post by Napoli Maurizio
in data 1985 fu realizzato un piccolo soppalco di circa mq.15 corrispondente
alla superficie del locale stesso su cui è stato costruito, realizzato con
travi IPE incassate lungo le pareti.
Il locale, oggi oggetto di art.13 per lo stesso soppalco, risiede al piano
terreno di una Chiesa risalente al 1800 la struttura portante in muratura è
costituita con setti di spessore variabile fra cm 130-75.
Mi è stato richiesto un certificato di idoneità sismica dall'ufficio tecnico
comunale.
In questi casi non è sufficiente la certificazione di non pregiudizio
statico vista l'entita dell'abuso?
se si! quale è la normativa a cui fare riferimento in questi casi.
GRAZIE!
Ho sentito parlare di "certificato di idoneità statica", che è in
qualche D.M. o circolare uscita dopo la 47/85, è chiaro che se sei in
zona sismica, devi fare qualche considerazione, del tipo che i carichi
che hai aggiunto, non sono superiori, al 20% di quelli già presenti,
che gli incrementi di carico sulla fondazioni, non danno problemi, ecc
ecc ecc...