Discussion:
DIA in sanatoria?
(troppo vecchio per rispondere)
Debora
2005-05-25 20:54:51 UTC
Ciao a tutti.
Secondo voi è possibile presentare una DIA in sanatoria?
Non vi sembra una contraddizione in termini?
Innanzitutto, leggendo il 380/01 si parla solo di PdC in sanatoria.
Ma poi, se viene emessa un'ordinanza per un abuso edilizio di un'intervento
che sarebbe stato autorizzabile con semplice DIA, come si deve procedere?
Io mi sono fatta questa idea: dopo la notifica dell'ordinanza, se il
responsabile dell'abuso non fa ricorso al TAR ma decide di sanare l'abuso,
dovrà prima presentare al Comune una richiesta di "Accertamento di
conformità", come previsto dalla legge, poi presentare... cosa, secondo voi?
Una DIA in sanatoria? Una semplice DIA citando l'acceertamento di
conformità? Un PdC in sanatoria?
Lo stesso dicasi se non c'è stata nessuna denuncia di abuso edilizio ma il
proprietario decide spontaneamente di sanare una difformità.
Grazie a chi mi vorrà rispondere.
Buona serata
Debora
Roberto
2005-05-26 05:51:41 UTC
A naso le DIA non possono essere in sanatoria, in quanto
denunci che trascorsi 30 giorni inizierai a fare dei lavori..... che sono
già fatti,
con tutte le responsabilità di chi ha firmato.
Secondo me dovresti chiedere un PdC in sanatoria: se poi i lavori
fatti sono conformi allo strumento urbanistico non ti dovrebbero
applicare nessuna sanzione amministrativa (non ne sono così sicuro):
qui in Veneto c'è stata una sentenza del TAR che conferma quanto sopra
(sent. 3407/04 del 22/09/2004).


Buona giornata

Roberto (TV)
Post by Debora
Ciao a tutti.
Secondo voi è possibile presentare una DIA in sanatoria?
Non vi sembra una contraddizione in termini?
Innanzitutto, leggendo il 380/01 si parla solo di PdC in sanatoria.
Ma poi, se viene emessa un'ordinanza per un abuso edilizio di
un'intervento
Post by Debora
che sarebbe stato autorizzabile con semplice DIA, come si deve procedere?
Io mi sono fatta questa idea: dopo la notifica dell'ordinanza, se il
responsabile dell'abuso non fa ricorso al TAR ma decide di sanare l'abuso,
dovrà prima presentare al Comune una richiesta di "Accertamento di
conformità", come previsto dalla legge, poi presentare... cosa, secondo voi?
Una DIA in sanatoria? Una semplice DIA citando l'acceertamento di
conformità? Un PdC in sanatoria?
Lo stesso dicasi se non c'è stata nessuna denuncia di abuso edilizio ma il
proprietario decide spontaneamente di sanare una difformità.
Grazie a chi mi vorrà rispondere.
Buona serata
Debora
fulven
2005-05-26 06:26:26 UTC
L.R. TOSCANA n° 5/2005 art. 140 - .....l'avente titolo può ottenete il
permesso di costruire o l'attestazione di conformità rilasciata dal comune
in sanatoria ....
Da noi si fa regolarmente e, tra l'altro, nella modulistica comunale per
opere da sanare sono previste entrambe le opzioni da barrare.
Se le opere rientrano nell'ipotesi delle DIA, barri l'attestazione di
conformità (ti ricordo che in Toscana, a differenza del TU, non puoi
richiedere il PdC se l'opera ricade nell'ambito delle DIA).
saluti
fulven
Post by Roberto
A naso le DIA non possono essere in sanatoria, in quanto
denunci che trascorsi 30 giorni inizierai a fare dei lavori..... che sono
già fatti,
con tutte le responsabilità di chi ha firmato.
Secondo me dovresti chiedere un PdC in sanatoria: se poi i lavori
fatti sono conformi allo strumento urbanistico non ti dovrebbero
qui in Veneto c'è stata una sentenza del TAR che conferma quanto sopra
(sent. 3407/04 del 22/09/2004).
Buona giornata
Roberto (TV)
Roberto
2005-05-27 06:09:48 UTC
Cut...(ti ricordo che in Toscana, a differenza del TU, non puoi
Post by fulven
richiedere il PdC se l'opera ricade nell'ambito delle DIA).
Bella fregatura....

Ciao Roberto
Stgpg
2005-05-26 08:21:05 UTC
Post by Debora
Ciao a tutti.
Secondo voi è possibile presentare una DIA in sanatoria?
Non vi sembra una contraddizione in termini?
In realtà ciò che normalmente viene chiamata "DIA in sanatoria" va più
correttamente definita come “richiesta di accertamento di conformità ai
sensi dell’art. 37 comma 4 (TUE) per opere riconducibili a regime di D.I.A.”.
A parte la sanzione, però, è intuibile che ogni effetto conseguente e/o
correlato al suddetto titolo edilizio è equiparabile alla DIA vera e
propria, fatte salve ovviamente ulteriori particolari disposizioni
legislative, normative e regolamentari locali.

***@hotmail.com
Studio MIRANO
2005-05-28 16:25:46 UTC
confermo, ne ho già fatte 3, inoltre per una ho avuto la collaborazione di
un avvocato cha ha seguito tutto l'iter.
Post by Stgpg
In realtà ciò che normalmente viene chiamata "DIA in sanatoria" va più
correttamente definita come "richiesta di accertamento di conformità ai
sensi dell'art. 37 comma 4 (TUE) per opere riconducibili a regime di
D.I.A.".
Post by Stgpg
A parte la sanzione, però, è intuibile che ogni effetto conseguente e/o
correlato al suddetto titolo edilizio è equiparabile alla DIA vera e
propria, fatte salve ovviamente ulteriori particolari disposizioni
legislative, normative e regolamentari locali.
nando
2005-05-26 12:06:00 UTC
Si è possibile
Post by Debora
Ciao a tutti.
Secondo voi è possibile presentare una DIA in sanatoria?
Non vi sembra una contraddizione in termini?
Innanzitutto, leggendo il 380/01 si parla solo di PdC in sanatoria.
Ma poi, se viene emessa un'ordinanza per un abuso edilizio di
un'intervento
Post by Debora
che sarebbe stato autorizzabile con semplice DIA, come si deve procedere?
Io mi sono fatta questa idea: dopo la notifica dell'ordinanza, se il
responsabile dell'abuso non fa ricorso al TAR ma decide di sanare l'abuso,
dovrà prima presentare al Comune una richiesta di "Accertamento di
conformità", come previsto dalla legge, poi presentare... cosa, secondo voi?
Una DIA in sanatoria? Una semplice DIA citando l'acceertamento di
conformità? Un PdC in sanatoria?
Lo stesso dicasi se non c'è stata nessuna denuncia di abuso edilizio ma il
proprietario decide spontaneamente di sanare una difformità.
Grazie a chi mi vorrà rispondere.
Buona serata
Debora
pisolo
2005-05-26 15:50:36 UTC
Non so se sia possibile, ma noi ne abbiamo presentato una, e dovremmo
pagare la sanzione minima per la ex 47/85, mi pare 516 euro.. ma il
conto ancora ce lo fanno..
Post by Debora
Ciao a tutti.
Secondo voi è possibile presentare una DIA in sanatoria?
Non vi sembra una contraddizione in termini?
Innanzitutto, leggendo il 380/01 si parla solo di PdC in sanatoria.
Ma poi, se viene emessa un'ordinanza per un abuso edilizio di un'intervento
che sarebbe stato autorizzabile con semplice DIA, come si deve procedere?
Io mi sono fatta questa idea: dopo la notifica dell'ordinanza, se il
responsabile dell'abuso non fa ricorso al TAR ma decide di sanare l'abuso,
dovrà prima presentare al Comune una richiesta di "Accertamento di
conformità", come previsto dalla legge, poi presentare... cosa, secondo voi?
Una DIA in sanatoria? Una semplice DIA citando l'acceertamento di
conformità? Un PdC in sanatoria?
Lo stesso dicasi se non c'è stata nessuna denuncia di abuso edilizio ma il
proprietario decide spontaneamente di sanare una difformità.
Grazie a chi mi vorrà rispondere.
Buona serata
Debora
marco.tirabasso
2005-05-26 19:09:42 UTC
Post by Debora
Secondo voi è possibile presentare una DIA in sanatoria?
Si, basta fare una normale D.I.A. , dichiarare che i lavori sono già
iniziati o addirittura già eseguiti e soprattutto allegare la ricevuta di
pagamento della sanzione prevista pari a 516 euro. (Se non si allega la Dia
non è valida, ma alcuni comuni ti richiedono di integrare dopo con il
versamento)

Ciao.
Debora
2005-05-26 20:22:06 UTC
Grazie a tutti, siete stati davvero gentilissimi e veloci.
Buona serata
Debora