Discussione:
STUDI PROFESSIONALI E CORONAVIRUS
(troppo vecchio per rispondere)
Pietro
2020-04-14 08:44:31 UTC
Permalink
Avete riaperto?
Come avete organizzato lo studio?
DGE
2020-04-14 09:08:50 UTC
Permalink
Post by Pietro
Avete riaperto?
Come avete organizzato lo studio?
NON ancora riaperto
alla riapertura a livello di cliente non penso mi cambi che sono da solo
se ricevo piu' clienti chiederò che stiano a distanza
DGE
www.studiomirano.it
2020-04-14 12:28:46 UTC
Permalink
Post by DGE
Post by Pietro
Avete riaperto?
Come avete organizzato lo studio?
NON ancora riaperto
alla riapertura a livello di cliente non penso mi cambi che sono da solo
se ricevo piu' clienti chiederò che stiano a distanza
DGE
in Piemonte è prorogata la chiusura
--
www.studiomirano.it
--
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Pietro
2020-04-14 14:11:10 UTC
Permalink
Post by www.studiomirano.it
Post by DGE
Post by Pietro
Avete riaperto?
Come avete organizzato lo studio?
NON ancora riaperto
alla riapertura a livello di cliente non penso mi cambi che sono da solo
se ricevo piu' clienti chiederò che stiano a distanza
DGE
in Piemonte è prorogata la chiusura
non rispettate il dpcm?
DGE
2020-04-14 14:19:50 UTC
Permalink
Post by Pietro
Post by www.studiomirano.it
Post by DGE
Post by Pietro
Avete riaperto?
Come avete organizzato lo studio?
NON ancora riaperto
alla riapertura a livello di cliente non penso mi cambi che sono da solo
se ricevo piu' clienti chiederò che stiano a distanza
DGE
in Piemonte è prorogata la chiusura
non rispettate il dpcm?
NOI piemonte come lombardia siamo + restrittivi
DGE
Luoi
2020-04-14 15:39:08 UTC
Permalink
Post by Pietro
Avete riaperto?
Come avete organizzato lo studio?
Perché in giro c'è qualcuno che ha bisogno di un geometra?
DGE
2020-04-14 16:28:43 UTC
Permalink
Post by Luoi
Post by Pietro
Avete riaperto?
Come avete organizzato lo studio?
Perché in giro c'è qualcuno che ha bisogno di un geometra?
Nè adesso e mi sa manco o pochissimo dopo
DGE
Luoi
2020-04-14 17:17:43 UTC
Permalink
Post by DGE
Post by Luoi
Post by Pietro
Avete riaperto?
Come avete organizzato lo studio?
Perché in giro c'è qualcuno che ha bisogno di un geometra?
Nè adesso e mi sa manco o pochissimo dopo
DGE
Giusto per parlare... siamo messi maluccio (eufemismo)...
DGE
2020-04-14 17:30:06 UTC
Permalink
Post by Luoi
Post by DGE
Post by Luoi
Post by Pietro
Avete riaperto?
Come avete organizzato lo studio?
Perché in giro c'è qualcuno che ha bisogno di un geometra?
Nè adesso e mi sa manco o pochissimo dopo
DGE
Giusto per parlare... siamo messi maluccio (eufemismo)...
come moltissimi alla riapertura, vedremo crollare a parte ristoranti,
bar, bed e brekfast,
anche imprese edili, artigiani e colleghi (geom arch ing)
DGE
castore
2020-04-14 20:32:55 UTC
Permalink
Post by DGE
Post by Luoi
Post by DGE
Post by Luoi
Post by Pietro
Avete riaperto?
Come avete organizzato lo studio?
Perché in giro c'è qualcuno che ha bisogno di un geometra?
Nè adesso e mi sa manco o pochissimo dopo
DGE
Giusto per parlare... siamo messi maluccio (eufemismo)...
come moltissimi alla riapertura, vedremo crollare a parte ristoranti,
bar, bed e brekfast,
anche imprese edili, artigiani e colleghi (geom arch ing)
DGE
secondo me i bad&breakfast terranno, bisognerà dimostrare di fare sempre
disinfestazione? ma, per il resto, è tanto come entrare in un
condominio; il vero problema sono i ristoranti, i barbieri, le piscine,
palestre, le città turistiche, ovunque ci sia assembramento

al contrario ci sarà ritorno alla campagna e ai paesini oggi spopolati;
in particolare modo se arriverà la fibra e se sarà possibile lo
smartworking ci sarà un vero e propio ritorno
Luoi
2020-04-15 12:58:19 UTC
Permalink
Post by castore
Post by DGE
Post by Luoi
Post by DGE
Post by Luoi
Post by Pietro
Avete riaperto?
Come avete organizzato lo studio?
Perché in giro c'è qualcuno che ha bisogno di un geometra?
Nè adesso e mi sa manco o pochissimo dopo
DGE
Giusto per parlare... siamo messi maluccio (eufemismo)...
come moltissimi alla riapertura, vedremo crollare a parte ristoranti,
bar, bed e brekfast,
anche imprese edili, artigiani e colleghi (geom arch ing)
DGE
secondo me i bad&breakfast terranno, bisognerà dimostrare di fare sempre
disinfestazione? ma, per il resto, è tanto come entrare in un
condominio; il vero problema sono i ristoranti, i barbieri, le piscine,
palestre, le città turistiche, ovunque ci sia assembramento
al contrario ci sarà ritorno alla campagna e ai paesini oggi spopolati;
in particolare modo se arriverà la fibra e se sarà possibile lo
smartworking ci sarà un vero e propio ritorno
Secondo voi tutte le norme imposte quanto graveranno a fine anno?
Avrà un senso logico lavorare?
Mah...
Apteryx
2020-04-15 14:48:19 UTC
Permalink
Post by Luoi
Secondo voi tutte le norme imposte quanto graveranno a fine anno?
per noi nondirettamente, per le attività di somministrazioni di cibo e
bevande invece è drammatica.
Post by Luoi
Avrà un senso logico lavorare?
quando neo laureato, andavo in giro a chiedere come fosse la libera
professone e se aveva senso iscriversi all'ordine, un collega anziano mi
disse FALLO SE NON HAI ALTRO DI MEGLIO DA FARE...

e grosso modo questa risposta è ancora valida.

hai un piano B?

se si fiondati!

Alla fine fare altro che non sia un lavoro impiegatizio possibilmente
presso una grande struttura meglio se pubblica o meglio ancora
appartenente alle forze armate, non mette per nulla al riparo da queste cose

Qui ad esempio è stato un continuo saliscendi:crisi dei muti, sisma
dell'aquila, sisma del reatino, covid 19...
castore
2020-04-15 19:51:12 UTC
Permalink
Post by Apteryx
Post by Luoi
Secondo voi tutte le norme imposte quanto graveranno a fine anno?
per noi nondirettamente, per le attività di somministrazioni di cibo e
bevande invece è drammatica.
Post by Luoi
Avrà un senso logico lavorare?
quando neo laureato, andavo in giro a chiedere come fosse la libera
professone e se aveva senso iscriversi all'ordine, un collega anziano mi
disse FALLO SE NON HAI ALTRO DI MEGLIO DA FARE...
e grosso modo questa risposta è ancora valida.
hai un piano B?
se si fiondati!
Alla fine fare altro che non sia un lavoro impiegatizio possibilmente
presso una grande struttura meglio se pubblica o meglio ancora
appartenente alle forze armate, non mette per nulla al riparo da queste cose
direi che hai centrato perfettamente il bersaglio
Luoi
2020-04-16 07:30:37 UTC
Permalink
Post by Apteryx
Post by Luoi
Secondo voi tutte le norme imposte quanto graveranno a fine anno?
per noi nondirettamente, per le attività di somministrazioni di cibo e
bevande invece è drammatica.
Post by Luoi
Avrà un senso logico lavorare?
quando neo laureato, andavo in giro a chiedere come fosse la libera
professone e se aveva senso iscriversi all'ordine, un collega anziano mi
disse FALLO SE NON HAI ALTRO DI MEGLIO DA FARE...
e grosso modo questa risposta è ancora valida.
hai un piano B?
se si fiondati!
Ho provato alcuni concorsi...
Post by Apteryx
Alla fine fare altro che non sia un lavoro impiegatizio possibilmente
presso una grande struttura meglio se pubblica o meglio ancora
appartenente alle forze armate, non mette per nulla al riparo da queste cose
Qui ad esempio è stato un continuo saliscendi:crisi dei muti, sisma
dell'aquila, sisma del reatino, covid 19...
Dal 2008 è uno stillicidio... :(
Apteryx
2020-04-16 10:53:10 UTC
Permalink
Post by Luoi
Ho provato alcuni concorsi...
per noi tecnici il concorso buono è entrare all'agenzia delle entrate
oppure in regione, ma non sempre questi concorsi li fanno e poi ci si
scontra con l'intera popolazione e si tratta perciò di studiare tanto e
presentarsi senza permettersi di fare errori

una buona alternativa potrebbe essere quella di fare il tecnico in un
comune, ma anche qui non è semplice tra blocco delle assunzioni
clientelismi e non dimentichiamolo enormi responsabilità

infine cè la possibilità di lavorare nel pubblico come consulente
esterno attraverso invitalia e cose del genere, ma di fatto si tratta di
essere un lavoratore atipico o peggio ancora a somministrazione

parlo solo di pubblico perché il privato anche grande multinazionale, in
tempi di crisi, sega a prescindere il lavoratore specie i "colletti
bianchi", mentre di privati piccoli lasciamo proprio perdere

poi c'è la possiblità di fare altro, ma cosa in tempi di covid?
purtroppo questa cosa è trasversale e becca tutti i settori

forse l'uncia cosa che tira è lavorare nel campo della sanificazione, ma
anche questo quanto dura? un anno poi fine

a sto punto meglio restare tecnico edile e vedere quello che capita
Luoi
2020-04-16 18:39:04 UTC
Permalink
Post by Apteryx
Post by Luoi
Ho provato alcuni concorsi...
per noi tecnici il concorso buono è entrare all'agenzia delle entrate
oppure in regione, ma non sempre questi concorsi li fanno e poi ci si
scontra con l'intera popolazione e si tratta perciò di studiare tanto e
presentarsi senza permettersi di fare errori
una buona alternativa potrebbe essere quella di fare il tecnico in un
comune, ma anche qui non è semplice tra blocco delle assunzioni
clientelismi e non dimentichiamolo enormi responsabilità
infine cè la possibilità di lavorare nel pubblico come consulente
esterno attraverso invitalia e cose del genere, ma di fatto si tratta di
essere un lavoratore atipico o peggio ancora a somministrazione
parlo solo di pubblico perché il privato anche grande multinazionale, in
tempi di crisi, sega a prescindere il lavoratore specie i "colletti
bianchi", mentre di privati piccoli lasciamo proprio perdere
poi c'è la possiblità di fare altro, ma cosa in tempi di covid?
purtroppo questa cosa è trasversale e becca tutti i settori
forse l'uncia cosa che tira è lavorare nel campo della sanificazione, ma
anche questo quanto dura? un anno poi fine
a sto punto meglio restare tecnico edile e vedere quello che capita
Boh ad ognuno il suo.
Apteryx
2020-04-15 08:40:50 UTC
Permalink
Post by DGE
come moltissimi alla riapertura, vedremo crollare a parte ristoranti,
bar, bed e brekfast,
anche imprese edili, artigiani e colleghi (geom arch ing)
Noi tecnici edili siamo una "razza" molto strana c'è chi muore di fame
anche in tempi d'oro e chi si arricchisce anche durante le carestie

Io credo che ci sarà solamente da resistere per tutta la durata di
questo limbo, possibilmente evitando di erodere i risparmi
Luoi
2020-04-15 12:59:05 UTC
Permalink
Post by Apteryx
Post by DGE
come moltissimi alla riapertura, vedremo crollare a parte ristoranti,
bar, bed e brekfast,
anche imprese edili, artigiani e colleghi (geom arch ing)
Noi tecnici edili siamo una "razza" molto strana c'è chi muore di fame
anche in tempi d'oro e chi si arricchisce anche durante le carestie
Io credo che ci sarà solamente da resistere per tutta la durata di
questo limbo, possibilmente evitando di erodere i risparmi
Si vede che non hai figli.
Apteryx
2020-04-15 14:41:21 UTC
Permalink
Post by Luoi
Si vede che non hai figli.
Più che altro, essendo un libero professionista PURO, vivo da sempre
nell'incertezza, quella del non saper se fra sei mesi troverò qualcuno
che mi darà da lavorare prima e mi paghi per il lavoro svolto, poi.

Putroppo al mio studio non s'è mai fatta la fila per entrare, e
difficilmente nel breve ho clienti di ritorno.

E quindi sta cosa mi preoccupa fino ad un certo punto perché non avendo
mai guadagnato con regolarità, ho imparato a fare i passi giusti,
conservando il denaro PRIMA per le tasse e poi per tutte le restanti
SPESE ed infine se mai ne resta qualcosa, per me.

Nei periodi di magra ho cercato di investire nella professione e
nell'attrezzatura, in sincerità, debbo dire che per come mi sono andate
le cose poi, sarebbe stato opportuno che avessi investito in CONTATTI,
ecco magari se arrivo all'estate e sto ancora fermo, forse mi metterò
alla ricerca di qualche corso del genere se esiste.
Ghost Dog
2020-04-15 13:35:34 UTC
Permalink
Post by Apteryx
Post by DGE
come moltissimi alla riapertura, vedremo crollare a parte ristoranti,
bar, bed e brekfast,
anche imprese edili, artigiani e colleghi (geom arch ing)
Noi tecnici edili siamo una "razza" molto strana c'è chi muore di fame
anche in tempi d'oro e chi si arricchisce anche durante le carestie
Io credo che ci sarà solamente da resistere per tutta la durata di
questo limbo, possibilmente evitando di erodere i risparmi
secondo me succederà come dopo la crisi del 2009. MOlti piccoli (e anche
qualcuno un po' più grande) dovranno chiudere i battenti perchè chi
si è trovato in questo casino senza liquidità (qualunque ne sia il
motivo) se la passerà male.
Chi rimarrà in piedi, IMHO, avrà buone occasioni di ripartenza perchè si
apriranno delgi spazi, ma non prima di qualche mese.
L'unica speranza è che chi l'ha sfangata allora dovrebbe farcela anche
adesso
GD
Luoi
2020-04-16 07:35:39 UTC
Permalink
Post by Ghost Dog
Post by Apteryx
Post by DGE
come moltissimi alla riapertura, vedremo crollare a parte ristoranti,
bar, bed e brekfast,
anche imprese edili, artigiani e colleghi (geom arch ing)
Noi tecnici edili siamo una "razza" molto strana c'è chi muore di fame
anche in tempi d'oro e chi si arricchisce anche durante le carestie
Io credo che ci sarà solamente da resistere per tutta la durata di
questo limbo, possibilmente evitando di erodere i risparmi
secondo me succederà come dopo la crisi del 2009. MOlti piccoli (e anche
 qualcuno un po' più grande) dovranno chiudere i  battenti perchè chi
si è trovato in questo casino senza liquidità (qualunque ne sia il
motivo) se la passerà male.
Chi rimarrà in piedi, IMHO, avrà buone occasioni di ripartenza perchè si
apriranno delgi spazi, ma non prima di qualche mese.
L'unica speranza è che chi l'ha sfangata allora dovrebbe farcela anche
adesso
GD
La differenza è che all'epoca non si aggiunsero tutte le incertezze di
questa crisi: clienti che rimanderanno tutto alle calende greche,
liquidità zero per tutti, possibili ondate di ritorno della pandemia...
Siamo nelle mani del Signore. In tutto questo la cosa "bella" è che la
Cassa tace, spero che stiano analizzando le problematiche fase2
seriamente e non che ci facciano le 5 rate delle rate non pagate del
2019 e sovrapposizione delle rate 2020, senza interessi e more (grazie
1000!). Li mando a quel Paese!
Ghost Dog
2020-04-16 08:53:33 UTC
Permalink
Post by Luoi
Post by Ghost Dog
Post by Apteryx
Post by DGE
come moltissimi alla riapertura, vedremo crollare a parte
ristoranti, bar, bed e brekfast,
anche imprese edili, artigiani e colleghi (geom arch ing)
Noi tecnici edili siamo una "razza" molto strana c'è chi muore di
fame anche in tempi d'oro e chi si arricchisce anche durante le carestie
Io credo che ci sarà solamente da resistere per tutta la durata di
questo limbo, possibilmente evitando di erodere i risparmi
secondo me succederà come dopo la crisi del 2009. MOlti piccoli (e
anche   qualcuno un po' più grande) dovranno chiudere i  battenti
perchè chi si è trovato in questo casino senza liquidità (qualunque ne
sia il motivo) se la passerà male.
Chi rimarrà in piedi, IMHO, avrà buone occasioni di ripartenza perchè
si apriranno delgi spazi, ma non prima di qualche mese.
L'unica speranza è che chi l'ha sfangata allora dovrebbe farcela anche
adesso
GD
La differenza è che all'epoca non si aggiunsero tutte le incertezze di
questa crisi: clienti che rimanderanno tutto alle calende greche,
liquidità zero per tutti, possibili ondate di ritorno della pandemia...
A me sembra che all'epoca successe proprio quello
Apteryx
2020-04-16 10:53:17 UTC
Permalink
Post by Ghost Dog
A me sembra che all'epoca successe proprio quello
è difficile capire cosa succederà perchè la clientela è eterogenea ed
anche i professonisti lo sono

almeno per quanto riguarda la mia professione, sono su una sorta di
zattera trasportata dalla corrente conseguenza dei vari provvedimenti
legislativi

proabbilmente per noi andrebbe bene se si incentivasse l'edilizia
privata attraverso procedure semplici e snelle
Luoi
2020-04-16 18:41:45 UTC
Permalink
Post by Apteryx
Post by Ghost Dog
A me sembra che all'epoca successe proprio quello
è difficile capire cosa succederà perchè la clientela è eterogenea ed
anche i professonisti lo sono
almeno per quanto riguarda la mia professione, sono su una sorta di
zattera trasportata dalla corrente conseguenza dei vari provvedimenti
legislativi
proabbilmente per noi andrebbe bene se si incentivasse l'edilizia
privata attraverso procedure semplici e snelle
La soluzione è quella tradizionale: grossi investimenti pubblici nel
settore delle infrastrutture che faccia da volano per tutto il resto.
Facendo opere utili, da nord a sud, si riprende tutto in tempi giusti.
Ma chi ci crede? Tra burocrazia, veti incrociati, battaglie all'ultimo
euro, infinite diatribie sud-nord e viceversa la vedo grigia scura,
tendente al nero.
Apteryx
2020-04-17 08:09:08 UTC
Permalink
Post by Luoi
La soluzione è quella tradizionale: grossi investimenti pubblici nel
settore delle infrastrutture che faccia da volano per tutto il resto.
Post by Luoi
Facendo opere utili, da nord a sud, si riprende tutto in tempi giusti.
...
Post by Luoi
Ma chi ci crede?
Mettiamo che decidano di rifare tutti i viadotti dell'intera rete
stradale, oppure di mettere in sicurezza le sedi comunali, fare ospedali ecc

Tutte cose che vanno a gara, cioè lavori del quali si avvantaggia solo
il grande studio, meglio se di dimensione europea

ai piccoli questa cosa non porterebbe alcun vantaggio

non so se hai mai letto un bando per cose del genere, si può parteciapre
solo se si ha in CV lavori simili se si ha un fatturato nel quinquenio
di percentuale significativa per le opere in gara e cose del genere.

Conseguentemente, uno piccolo o entra nella "sagra del subappalto" (ma
allora si tratta di fare lo schiavo conto terzi con pagamenti irrisori e
dilatati nel tempo) oppure è tagliato fuori.

Se si vuole davvero aitare il comparto dell'edilizia, occorre
incentivare l'edilizia privata, singole famiglie, condomini, e
basterebbe farlo semplificando quello che c'è già, ad esempio dando la
possibilità di cedere il credito di imposta sempre e comunque e
istituendo semplici procedure per sanatorie in CILA al fine
dell'allineamento urbanistico o catastale di fabbricati costruiti fino
al 70, incentivare il recupero dell'esistente mediante la sostituzione
edilizia possibilmente orientata al fabbisogno di edilizia popolare e
cose del genere.

Così ne guadagnerebbero davvero tutti.
castore
2020-04-17 12:34:57 UTC
Permalink
Post by Apteryx
Post by Luoi
La soluzione è quella tradizionale: grossi investimenti pubblici nel
settore delle infrastrutture che faccia da volano per tutto il resto.
Post by Luoi
Facendo opere utili, da nord a sud, si riprende tutto in tempi giusti.
...
Post by Luoi
Ma chi ci crede?
Mettiamo che decidano di rifare tutti i viadotti dell'intera rete
stradale, oppure di mettere in sicurezza le sedi comunali, fare ospedali ecc
Tutte cose che vanno a gara, cioè lavori del quali si avvantaggia solo
il grande studio, meglio se di dimensione europea
ai piccoli questa cosa non porterebbe alcun vantaggio
non so se hai mai letto un bando per cose del genere, si può parteciapre
solo se si ha in CV lavori simili se si ha un fatturato nel quinquenio
di percentuale significativa per le opere in gara e cose del genere.
Conseguentemente, uno piccolo o entra nella "sagra del subappalto" (ma
allora si tratta di fare lo schiavo conto terzi con pagamenti irrisori e
dilatati nel tempo) oppure è tagliato fuori.
Se si vuole davvero aitare il comparto dell'edilizia, occorre
incentivare l'edilizia privata, singole famiglie, condomini, e
basterebbe farlo semplificando quello che c'è già, ad esempio  dando la
possibilità di cedere il credito di imposta sempre e comunque e
istituendo semplici procedure per sanatorie in CILA al fine
dell'allineamento urbanistico o catastale di fabbricati costruiti fino
al 70, incentivare il recupero dell'esistente mediante la sostituzione
edilizia possibilmente orientata al fabbisogno di edilizia popolare e
cose del genere.
Così ne guadagnerebbero davvero tutti.
(sarcastico) ma se ci guadagnano tutti a chi conviene approvare una
simile norma?

(realista) secondo te l'avvocato del popolo ha la capacità mentale e la
volontà di pensare un simile provvedimento?

(deluso) putroppo il corona virus ha già mollato e non ha colpito nei
palazzi di Roma; se avesse fatto man bassa di certi vecchi e meno vecchi
che mai hanno lavorato ma sempre e solo parlato, finalmente si
respirerebbe aria nuova

comunque se ti candidi almeno il mio voto ce l'hai
Pietro
2020-04-17 12:35:48 UTC
Permalink
quoto e obbligando le banche a tornare ad essere istituti di deposito e
di credito e non delle finanziarie. e riducendo la tassazione sugli
immobili.
Luoi
2020-04-28 06:13:27 UTC
Permalink
Post by Apteryx
Post by Luoi
La soluzione è quella tradizionale: grossi investimenti pubblici nel
settore delle infrastrutture che faccia da volano per tutto il resto.
Post by Luoi
Facendo opere utili, da nord a sud, si riprende tutto in tempi giusti.
...
Post by Luoi
Ma chi ci crede?
Mettiamo che decidano di rifare tutti i viadotti dell'intera rete
stradale, oppure di mettere in sicurezza le sedi comunali, fare ospedali ecc
Tutte cose che vanno a gara, cioè lavori del quali si avvantaggia solo
il grande studio, meglio se di dimensione europea
ai piccoli questa cosa non porterebbe alcun vantaggio
non so se hai mai letto un bando per cose del genere, si può parteciapre
solo se si ha in CV lavori simili se si ha un fatturato nel quinquenio
di percentuale significativa per le opere in gara e cose del genere.
Conseguentemente, uno piccolo o entra nella "sagra del subappalto" (ma
allora si tratta di fare lo schiavo conto terzi con pagamenti irrisori e
dilatati nel tempo) oppure è tagliato fuori.
Se si vuole davvero aitare il comparto dell'edilizia, occorre
incentivare l'edilizia privata, singole famiglie, condomini, e
basterebbe farlo semplificando quello che c'è già, ad esempio  dando la
possibilità di cedere il credito di imposta sempre e comunque e
istituendo semplici procedure per sanatorie in CILA al fine
dell'allineamento urbanistico o catastale di fabbricati costruiti fino
al 70, incentivare il recupero dell'esistente mediante la sostituzione
edilizia possibilmente orientata al fabbisogno di edilizia popolare e
cose del genere.
Così ne guadagnerebbero davvero tutti.
E' vero, ma è anche vero che ampie zone della penisola sono praticamente
isolate rispetto alla mobilità moderna e in ogni caso il contesto
socio-economico ne risentirebbe in modo positivo, anche se meno
direttamente.
Ovvio devo mangiare oggi non domani, un giusto mix delle due proposte
sarebbe l'ideale. Non so se la tua zona è servita dalla TAV ma
oggettivamente, anche per studi economici dello svimez, hanno dimostrato
che tale infrastruttura non solo ha avvantaggiato le zone servite ma
hanno aumentato ulteriormente il divario economico.
Apteryx
2020-04-28 08:30:16 UTC
Permalink
Post by Luoi
Ovvio devo mangiare oggi non domani, un giusto mix delle due proposte
sarebbe l'ideale.
l'italia funziona così

servono 150.000 kit per test sierologivi per il covid

si fa gara internazionale

(probabilmente perché è la normativa che lo impone)

bando scritto su misura di un ditta italiana: la DIASORIN

(anche a ragione dice il buon senso, siamo in pandemia ed à giusto
"risollevare" le italiche sorti)

partecipa una ditta statunitenze la ABBOTT e vince SBARAGLIANDO tutti e
72 i concorrenti

ovviamente ha super requisiti - e per non sapere nè leggere ne scrivere
- i 150k test li fornisce gratis al governo italiano

la abbott vince il bando con 4 giorni di anticipo sulla chiusura e tutti
i media riportano la notizia con grande enfasi

il giorno dopo, la abbott, annuncia la commercializzazione sul mercato
italiano, di 4 mln di test sierologici (a pagamento)

(fonte i principali quotidiani nazionali)

questo dimostra che se si va sempre a pensare al top, ne beneficia solo
chi sta su quelle vette

e questa cosa in tempi di pace non sarebbe male perché poi alla fine il
famacista che ha vendiuto il test se ne va alle maldive e ne gode
l'agenzia di viaggio ed il tassista che lo conduce in aeroporto

ma in tempi come questi dove se va bene si torna alla normalità nel 2022
la cosa non è poi così benefica,

sempre per la mia opinione ci vogliono cose che permettano una lieve
ripartenza un guadagno locale diffuso, in modo che questa "ricchezza"
venga poi ripartita sul territorio che l'ha prodotta

quello che dici tu non è sbagliato, tipo fonire di infrastrutture chi
non le ha o le ha vetuste, ma ste cose o avvengono dopo una grande
catastrofe oppure non si faranno mai, prendi il ponte di genova, si
chiude ma solo perché causa i morti si va in deroga su tutto e tutti.
Luoi
2020-04-29 12:35:40 UTC
Permalink
Post by Apteryx
Post by Luoi
Ovvio devo mangiare oggi non domani, un giusto mix delle due proposte
sarebbe l'ideale.
...
sempre per la mia opinione ci vogliono cose che permettano una lieve
ripartenza un guadagno locale diffuso, in modo che questa "ricchezza"
venga poi ripartita sul territorio che l'ha prodotta
quello che dici tu non è sbagliato, tipo fonire di infrastrutture chi
non le ha o le ha vetuste, ma ste cose o avvengono dopo una grande
catastrofe oppure non si faranno mai, prendi il ponte di genova, si
chiude ma solo perché causa i morti si va in deroga su tutto e tutti.
Scusa ma questa come la chiameresti? "Una passeggiata di salute?!"
Inoltre con la scusa dell'eccezionalità e del suo contrario, larghe
fette del territorio, vengono ampiamente marginalizzate.
Apteryx
2020-04-29 13:56:15 UTC
Permalink
Post by Luoi
Scusa ma questa come la chiameresti? "Una passeggiata di salute?!"
il ponte si ricostruisce in fretta ed in deroga su tutto perché è
crollato ed ha ucciso sgomentando l'elettorato

(se fosse stato un ponte crollato e basta, si sarebbe ricostruito
com'era e dov'era per poi crollare di nuovo, abbiamo avuito anche questo
con le alluvioni al nord)

questa è la linea

perciò sta pandemia proprio a voler essere ottimisti genererà una
maggior attenzione verso la sanità pubblica
Apteryx
2020-04-15 08:12:13 UTC
Permalink
Post by Pietro
Avete riaperto?
Come avete organizzato lo studio?
io non ho mai chiuso, ma ovviamente è saltata tutta quell'attività fatta
di sopralluoghi e contatti, praticamente ho passato sti 40gg a metetre
in ordine tutto quello che è rimasto indietro e manco ho finito, perché
con sto covid mi tocca partecipare alla quotidianità familiare (ormai è
un lavoro pure fare la spesa)

Lo studio al momento è rimasto uguale a prima, perché ognuno ha la sua
stanza e non ho open space, mi sono ripromesso di pulire e sanificare ma
ancora non ci sono riuscito.
Taf@
2020-04-17 13:45:54 UTC
Permalink
Post by Pietro
Avete riaperto?
Come avete organizzato lo studio?
Ho continuato a lavorare in "smart working" con il laptop, da casa.
Avevo un sacco di lavoro pregresso da sbrigare. (Friuli)
--
ByE by TaF@
.:. Keep Calm & Stay Home .:.
#Usciamonerestandoacasa
Taf@
2020-04-17 13:51:41 UTC
Permalink
Post by Pietro
Avete riaperto?
Come avete organizzato lo studio?
Ho continuato a lavorare in "smart working" con il laptop, da casa. Avevo un
sacco di lavoro pregresso da sbrigare. (Friuli)
aggiungo: siccome la mia attività converge solo marginalmente a
eventuali contatti diretti con i clienti ed essendo indirizzata
soprattutto in abito industriale, non ho subìto grossi contraccolpi,
per fortuna.
--
ByE by TaF@
.:. Keep Calm & Stay Home .:.
#Usciamonerestandoacasa
Franz
2020-04-17 13:57:04 UTC
Permalink
Mai chiuso l'attività (sono un ing), perchè durante i giorni di chiusura
ho lavorato con i miei collaboratori da remoto. A dire la verità, lo
facevo anche prima dell'epidemia, perchè mi spostavo molto.
Diciamo che ho scoperto zoom (prima usavo skype).
Da ieri ho riaperto lo studio anche fisicamente.
Grazie a una discreta mole di lavoro arretrato, non mi sono mai fermato.
Certo che se i cantieri continuano ad essere chiusi tra un po' mi fermo
anch'io. Ma alcune telefonate di clienti che ho avuto oggi mi portano ad
essere moderatamente ottimista.

Franz
Apteryx
2020-04-17 14:27:18 UTC
Permalink
Post by Franz
Diciamo che ho scoperto zoom (prima usavo skype).
ci sto litigando in questio giorni ma ancora non ho capito come si usa,
sigh!
Post by Franz
Grazie a una discreta mole di lavoro arretrato, non mi sono mai fermato.
io uguale

il lavoro arretrato, ok, ma è la mancanza del ritmo che mi sta fregando,
vivo in un'eterna domenica pomeriggio (senza sport).
Post by Franz
mi portano ad essere moderatamente ottimista.
io al momento no, almeno che non vengano forniti di idonee attrezzature
tutti gli impiegati pubblici in lavoro agile

ad esempio per alcune cose dipendo da:

istruttore in smart working (che poi signifca un poro disgraziato che
sta a casa su un portatile vecchio come il cucco spesso con la
connessione internet dello smartphone che cerca di fare qualcosa mentre
il regazzino gli zompa sopra) che impiega una settimana per quello che
prima faceva in tre secondi perché gli bastava dare una voce al collega
della stanza vicino per rassicruarsi su un dubbio.

istituti di credito che non erogano i pagamenti con le stesse
tempistiche di un tempo perché s'è tutto diradato anche per le semplici
presenze in filiale

quello che invece sta andando bene, ma non c'entriamo noi edili è il
rapporto con le amministrazioni sanitarie, quello che prima si faceva
con una giornata di fila ora basta un'email (es cambio medico)
Franz
2020-04-17 14:43:23 UTC
Permalink
A me zoom l'ha spiegato mia figlia: sto invecchiando......
E' vero che il ritmo di questi giorni è più lento. Sarà difficile
riadattarsi ai tempi usuali...
Gabriele Pranzo
2020-04-27 10:51:28 UTC
Permalink
Post by Franz
A me zoom l'ha spiegato mia figlia: sto invecchiando......
Ai miei figli invece ho fatto io un po' di alfabetizzazione
informatica ;)
Per il resto noi, fortunatamente, avevamo ancora del lavoro di sola
progettazione e siamo persino riusciti a protocollare una pratica
complessa e a concludere una convenzione planivolumetrica, grazie al
fatto che il Comune di Milano sta funzionando con procedure
telematiche. Devo ammettere che ci siamo giovati dell'organizzazione
che avevamo, con i PC dello studio accessibili da remoto; inoltre
abbiamo usato gli strumenti collaborativi che stanno utilizzando tutti
(Skype, Zoom etc.) e per ora siamo riusciti a tenere in piedi lo
studio lavorando insieme, anche se in Lombardia la nostra attività è
chiusa.
Certo, ci sono tanti dubbi per il futuro; i clienti hanno già mostrato
di voler attendere per capire le prossime evoluzioni e temo che il
nostro lavoro rallenterà decisamente.

Ciao ciao.

--
gabriele pranzo-zaccaria
http://tinyurl.com/studioarchitettura
Pietro
2020-04-28 07:31:27 UTC
Permalink
Post by Gabriele Pranzo
Post by Franz
A me zoom l'ha spiegato mia figlia: sto invecchiando......
Ai miei figli invece ho fatto io un po' di alfabetizzazione
informatica ;)
Per il resto noi, fortunatamente, avevamo ancora del lavoro di sola
progettazione e siamo persino riusciti a protocollare una pratica
complessa e a concludere una convenzione planivolumetrica, grazie al
fatto che il Comune di Milano sta funzionando con procedure
telematiche. Devo ammettere che ci siamo giovati dell'organizzazione
che avevamo, con i PC dello studio accessibili da remoto; inoltre
abbiamo usato gli strumenti collaborativi che stanno utilizzando tutti
(Skype, Zoom etc.) e per ora siamo riusciti a tenere in piedi lo
studio lavorando insieme, anche se in Lombardia la nostra attività è
chiusa.
Certo, ci sono tanti dubbi per il futuro; i clienti hanno già mostrato
di voler attendere per capire le prossime evoluzioni e temo che il
nostro lavoro rallenterà decisamente.
Ciao ciao.
--
gabriele pranzo-zaccaria
http://tinyurl.com/studioarchitettura
Secondo me invece proprio nelle vs. zone (quindi aree densamente
popolate) il dopo coronavirus creerà un sacco di lavoro per "adeguare" i
locali pubblici e la ristorazione alle nuove norme.
Apteryx
2020-04-28 08:27:41 UTC
Permalink
Post by Pietro
Secondo me invece proprio nelle vs. zone (quindi aree densamente
popolate) il dopo coronavirus creerà un sacco di lavoro per "adeguare" i
locali pubblici e la ristorazione alle nuove norme.
qui da noi centro italia

son partiti tutti navigando a vista

e continueranno a farlo anche con il protocolli di ieri

e per quello che ne so io, non sono gli architetti a decidere come e
dove inserire plexiglass etc, ma gli artigiani e i commercianti insieme
alle loro associazioni
Pietro
2020-04-28 09:49:21 UTC
Permalink
Post by Apteryx
e per quello che ne so io, non sono gli architetti a decidere come e
dove inserire plexiglass etc, ma gli artigiani e i commercianti insieme
alle loro associazioni
beh, non credo che gli architetti possano sentirsi coinvolti nel
posizionare il plexiglass.
Io facevo un discorso un po' più ampio.
Apteryx
2020-04-28 14:32:26 UTC
Permalink
Post by Pietro
Io facevo un discorso un po' più ampio.
parli di "adeguare" locali pubblici e ristorazione

purtroppo lo spazio non credo che ci sarà perché son cose già esaurite
oppure di nicchia

il 18 maggio qui chi può riapre e per farlo non ha sentito alcun
tecnico, ha adeguato la propria attività in base a quello che ha sentto
dire o ricavato dai protocolli

per il nuovo cioè nuove aperture di attività economiche, lasciando
perdere il geometra che fa la scia alla nuova attività, quelli che sono
più vip, hanno già il mercato dove attingere a tecnici SPECIALISTI del
settore cioè studi che lavorano solo con quelle cose (al punto che qui
ad ogni nuova apertura di chef famosi, mettono anche il nome dello
studio che ha realizzato gli ambienti)

semmai ci potrebbe essere lo sviluppo di una sorta di consulenza, sul
modello di pratiche asl per tutti quegli operatori che gioco forza
dovranno rioganizzare l'attività per porsi al riparo da future nuove
epidemie (tipo cantine ed altre produzioni legate all'agricoltura)
oppure che dovranno riorganizare la propria sicurezza interna, ma sta
cosa quanto può durare?

con le epidemie ci sono arricchimenti immediati ma brevissimi, tipo
mascherine, disinfettanti, plexiglass, poi il settore della
disinfestazione, ovviamente tutto il settore sanitario... ecc

credo che al momento sia rimasto spazio solo per chi inventerà il primo
camerino auto sanificante e la prima teca sanificante

su al nord non so cosa succederà, un bel po' pratiche di successoni,
tanti immobili liberi, un po' di lavoro per i servizi di facchinaggio...
e poi?

qui da noi invece, già erano tutti a difesa dei propri risparmi,
spaventati dalle tasse dei governi precedenti, c'era già poco movimento
prima, non so proprio ora

vederemo
Luoi
2020-04-29 12:51:48 UTC
Permalink
Post by Franz
A me zoom l'ha spiegato mia figlia: sto invecchiando......
E' vero che il ritmo di questi giorni è più lento. Sarà difficile
riadattarsi ai tempi usuali...
Cosa ha di particolare zoom rispetto un altro programma di videoconfernza?
Apteryx
2020-04-29 14:01:02 UTC
Permalink
Post by Luoi
Cosa ha di particolare zoom rispetto un altro programma di videoconfernza?
sembra essere il più diffuso

sinceramente quello che vedo è che - in assenza di indicazioni
centralizzate - ognuno si è organizzato come meglio poteva zoom, jitsi,
meet, skype, wapp (che ora si può fare in 8) ecc ecc

io so solo che nella mia ignoranza installo e clicco sul link che mi arriva

i figli vanno invece per conto loro e da soli hanno imparato perché la
scuola s'è dotata subito di elearning (mi pare google qualcosa)

la cosa simpatica che sono ancora troppo "piccolini" per imbrogliare ho
proposto di mettere post-it dietro il monitor in modo da far bella
figura alle interrogazioni col rofessore ma niente...
Franz
2020-04-30 16:34:43 UTC
Permalink
zoom consente videochiamate più stabili (a mio parere) rispetto a skype.
Inoltre permette di condividere non solo lo schermo, ma anche una
lavagna in cui scrivere e schizzare appunti.

Franz

Loading...