Discussione:
[Info Req] Variazione destinazione d'uso
(troppo vecchio per rispondere)
Taf®
2020-05-27 11:02:04 UTC
Permalink
buongiorno a tutti,
premetto che io sono geometra solo "sulla carta" ,)
Sono iscritto all'albo, pago la cassa ma le mie prestazioni
professionali agiscono in ambito prettamente di impiantistica
industriale e quindi non sono "aggiornato" sull'attività vera propria
di Geometra.
Dopo questa premessa, vengo alla richiesta:
Ho un immobile di proprietà accatastato da sempre come "ufficio".
Siccome la situazione contingente mi ha fatto capire che lo smart-work
è "cosa buona" e che l'immobile in oggetto è in realtà un appartamento
di 70 mq + terrazzo + cantina + garage, mi chiedevo se valesse la pena
procedere ad una variazione di destinazione d'uso come "appartamento
residenziale" e successivamente metterlo sul mercato per eventuale
affitto e/o vendita. NOTA: l'immobile si trova in una palazzina
residenziale.
CHIEDO: quali sono gli adempimenti necessari per tale variazione d'uso?
...ehm, ricordate la premessa... sono completamente a digiuno sul campo
degli adempimenti necessari.
Grazie in anticipo a chi volesse perdere 10 minuti per darmi qualche
dritta ed eventuali Pro/contro di tale "ispirazione"

Buona giornata a tutti
--
*ByE bYe By TaF®*
DWYT feeding T&M
castore
2020-05-27 12:58:53 UTC
Permalink
Post by Taf®
buongiorno a tutti,
premetto che io sono geometra solo "sulla carta" ,)
Sono iscritto all'albo, pago la cassa ma le mie prestazioni
professionali agiscono in ambito prettamente di impiantistica
industriale e quindi non sono "aggiornato" sull'attività vera propria di
Geometra.
Ho un immobile di proprietà accatastato da sempre come "ufficio".
Siccome la situazione contingente mi ha fatto capire che lo smart-work è
"cosa buona" e che l'immobile in oggetto è in realtà un appartamento di
70 mq + terrazzo + cantina + garage, mi chiedevo se valesse la pena
procedere ad una variazione di destinazione d'uso come "appartamento
residenziale" e successivamente metterlo sul mercato per eventuale
affitto e/o vendita. NOTA: l'immobile si trova in una palazzina
residenziale.
CHIEDO: quali sono gli adempimenti necessari per tale variazione d'uso?
....ehm, ricordate la premessa... sono completamente a digiuno sul campo
degli adempimenti necessari.
Grazie in anticipo a chi volesse perdere 10 minuti per darmi qualche
dritta ed eventuali Pro/contro di tale "ispirazione"
Buona giornata a tutti
dipende dalla Regione ma dovrebbe bastare una variazione catastale in
quanto non fai opere edilizie ma solo cambio di destinazione d'uso;
oppure nel peggiore dei casi devi presentare al Comune una CILA per
cambio di destinazione d'uso e poi la variazione catastale
Taf®
2020-05-27 13:33:20 UTC
Permalink
On 27/05/2020 at 14:58:53, castore wrote:
8><---
Post by Taf®
Ho un immobile di proprietà accatastato da sempre come "ufficio".
8><---
Post by Taf®
l'immobile in oggetto è in realtà un appartamento di 70
mq + terrazzo + cantina + garage
8><---
Post by Taf®
NOTA: l'immobile si trova in una palazzina residenziale.
CHIEDO: quali sono gli adempimenti necessari per tale variazione d'uso?
8><---
dipende dalla Regione ma dovrebbe bastare una variazione catastale in quanto
non fai opere edilizie ma solo cambio di destinazione d'uso; oppure nel
peggiore dei casi devi presentare al Comune una CILA per cambio di
destinazione d'uso e poi la variazione catastale
grazie!
--
*ByE bYe By TaF®*
Non è l'obiettivo che è interessante, sono i modi per realizzarlo
Cit. Georges Braque
Apteryx
2020-05-27 14:18:27 UTC
Permalink
Post by Taf®
Grazie in anticipo a chi volesse perdere 10 minuti per darmi qualche
dritta ed eventuali Pro/contro di tale "ispirazione"
valuta attentamente i pro ed i contro primo fra tutti se un domani
quell'immobile possa tornare ad essere A10 (non sempre è possibile vuoi
per regolamenti condominiali vuo per norme urbanistiche)

infine è vero che l'uso abitazione permette di ampliare le possibilità
dei contatti, ma mette anche a rischio di inquilini morosi che occupano
l'immobile.

Poiché restio sempre nello stesso ambito, presumo che il cambio possa
intedersi come non rilevante e quindi credo che basti una SCIA per
cambio di destinazione senza opere, senza nessun agrravio

poiché, oggi le pratiche catastali sono telematiche dovresti procurarti
una firma digitale, iscriverti al sister, caricare il castelletto ed
infine inviare e nel mezzo serve pure uno che ti spieghi come si fa, a
sto punto evita lo sbattimento e cerca un amico collega che faccia la
cosa per te
Taf®
2020-05-28 06:08:31 UTC
Permalink
Post by Apteryx
Grazie in anticipo a chi volesse perdere 10 minuti per darmi qualche dritta
ed eventuali Pro/contro di tale "ispirazione"
valuta attentamente i pro ed i contro primo fra tutti se un domani
quell'immobile possa tornare ad essere A10 (non sempre è possibile vuoi per
regolamenti condominiali vuo per norme urbanistiche)
Questo l'ho già verificato. Non ci sarebbero problemi.
Post by Apteryx
infine è vero che l'uso abitazione permette di ampliare le possibilità dei
contatti, ma mette anche a rischio di inquilini morosi che occupano
l'immobile.
Ok. è un rischio che potrei correre. Sono nel Nord-Est e questo tipo di
comportamento è abbastanza raro dalle mie parti.
Post by Apteryx
Poiché restio sempre nello stesso ambito, presumo che il cambio possa
intedersi come non rilevante e quindi credo che basti una SCIA per cambio di
destinazione senza opere, senza nessun agrravio
Esatto, unici interventi necessari sono:
- cambio dei corpi illuminanti a soffitto, che attualmente sono
prettamente per uso ufficio
- rimozione di una paretina in cartongesso che copre la parete nata per
l'angolo cottura. Gli impianti per acque di scarico e allacciamento gas
sono già presenti.
Post by Apteryx
poiché, oggi le pratiche catastali sono telematiche dovresti procurarti una
firma digitale
questa già la uso, per lavoro.
Post by Apteryx
iscriverti al sister, caricare il castelletto ed infine
inviare e nel mezzo serve pure uno che ti spieghi come si fa, a sto punto
evita lo sbattimento e cerca un amico collega che faccia la cosa per te
mmhhh....vista l'estempoaneità del mio intervento, buona la SECONDA! :)

grazie mille per il tempo che mi hai dedicato.
--
*ByE bYe By TaF®*
Keep Calm & Stay Home
Apteryx
2020-05-28 10:03:11 UTC
Permalink
Post by Taf®
Ok. è un rischio che potrei correre. Sono nel Nord-Est e questo tipo di
comportamento è abbastanza raro dalle mie parti.
di questo periodo mettere a reddito un immobile non è semplice

io ci penseri in tempi di covid, ritrovarsi con l'allegra famigliola
dentro casa e morosa perché il capofamiglia ha perso il lavoro è un
attimo e non li mandi via più se poi ci sono bambini o anziani la casa
te la scordi proprio e se hai cedoalre secca continui pure a pagarci le
tasse

l'idea sarebbe avere studenti, ma dipende da dove sei ubicato

inoltre dipende molto da come sono le proprie abitudini di "lanlord", se
sei un proprietario che se ne frega ok, ma se così non fosse sono
infinite rotture di coglioni fra manutenzioni, danni, migliorie,
lamentele del condominio ecc ecc

pre covid, a prescindere dalla zona quello che conveniva era metterlo a
reddito per ospitalità sulle piatatforme tipo booking o airbnb, ora non
so proprio

per tornare in topic, come hai capito son cose che vanno chieste "in
loco" e per quello ti aiuterà il collega che sceglierai
DGE
2020-05-27 15:08:45 UTC
Permalink
Post by Taf®
buongiorno a tutti,
premetto che io sono geometra solo "sulla carta" ,)
Sono iscritto all'albo, pago la cassa ma le mie prestazioni
professionali agiscono in ambito prettamente di impiantistica
industriale e quindi non sono "aggiornato" sull'attività vera propria di
Geometra.
Ho un immobile di proprietà accatastato da sempre come "ufficio".
Siccome la situazione contingente mi ha fatto capire che lo smart-work è
"cosa buona" e che l'immobile in oggetto è in realtà un appartamento di
70 mq + terrazzo + cantina + garage, mi chiedevo se valesse la pena
procedere ad una variazione di destinazione d'uso come "appartamento
residenziale" e successivamente metterlo sul mercato per eventuale
affitto e/o vendita. NOTA: l'immobile si trova in una palazzina
residenziale.
CHIEDO: quali sono gli adempimenti necessari per tale variazione d'uso?
...ehm, ricordate la premessa... sono completamente a digiuno sul campo
degli adempimenti necessari.
Grazie in anticipo a chi volesse perdere 10 minuti per darmi qualche
dritta ed eventuali Pro/contro di tale "ispirazione"
Buona giornata a tutti
SE valuti la vendita prima di muovere vedi le prospettive di vendita sia
come abitazione che come ufficio, poi fai un salto in comune sia x il
cambio che per regolarità edilizia.
Il catasto è l'ultima cosa da fare
DGE
Taf®
2020-05-28 06:14:30 UTC
Permalink
On 27/05/2020 at 17:08:45, DGE wrote:
8><---
SE valuti la vendita prima di muovere vedi le prospettive di vendita sia come
abitazione che come ufficio.
In realtà la vendita è una possibilità decisamente remota. Soprattutto
con i prezzi di mercato di questo periodo.
In ogni caso, la zona interessata è sicuramente molto più "appetibile"
per uso residenziale che per "uso ufficio", sia valutando un'eventuale
cessione che un comodato.
Quindi al 99% lo sviluppo futuro sarà "affitto residenziale"
poi fai un salto in comune sia x il cambio che per regolarità edilizia
Bene! Sai che non ci avevo pensato... 8-o - sono veramente fuori dal
settore ;)
Il catasto è l'ultima cosa da fare
Eh, questo lo avevo "intuito" pure io! :)

Grazie per il tempo dedicatomi
--
*ByE bYe By TaF®*
Keep Calm & Stay Home
maci
2020-05-28 06:26:53 UTC
Permalink
Post by Taf®
poi fai un salto in comune sia x il cambio che per regolarità edilizia
Bene! Sai che non ci avevo pensato... 8-o - sono veramente fuori dal
settore ;)
Non escluderei la possibilità di un pagamento di oneri di urbanizzazione
per il cambio d'uso, anche in assenza di opere. Motivo in più per
sentire il comune
--
maci
Pietro
2020-05-28 17:32:55 UTC
Permalink
Post by maci
Post by Taf®
poi fai un salto in comune sia x il cambio che per regolarità edilizia
Bene! Sai che non ci avevo pensato... 8-o - sono veramente fuori dal
settore ;)
Non escluderei la possibilità di un pagamento di oneri di
urbanizzazione per il cambio d'uso, anche in assenza di opere. Motivo
in più per sentire il comune
beh, di solito si pagano quando si fa il cambio al contrario.
maci
2020-05-29 05:41:28 UTC
Permalink
Post by Pietro
Post by maci
Post by Taf®
poi fai un salto in comune sia x il cambio che per regolarità edilizia
Bene! Sai che non ci avevo pensato... 8-o - sono veramente fuori dal
settore ;)
Non escluderei la possibilità di un pagamento di oneri di
urbanizzazione per il cambio d'uso, anche in assenza di opere. Motivo
in più per sentire il comune
beh, di solito si pagano quando si fa il cambio al contrario.
Ti porto un mio esempio reale:
residenza - OOUU 1° bassa, OOUU 2° alta
direzionale - OOUU 1° alta, OOUU 2° bassa

il comune non ammette compensazioni, per cui una differnza si paga
comunque ;-)
--
maci
Loading...